IL TUO TERZO PILASTRO



Scopri la tua lacuna previdenziale, richiedi un confronto tra le migliori compagnie ed inizia a costruire il tuo Terzo Pilastro.


Che sia per la tua pensione, o per pagare gli studi dei tuoi figli, oppure per l’acquisto di una casa, il terzo pilastro è uno strumento fantastico che ti permette di raggiungere i tuoi obiettivi senza sforzo.




HAI BISOGNO DI AIUTO?

Scopri i migliori suggerimenti per la tua situazione. Leggi i suggerimenti di approfondimento studiati sul tuo profilo.



SPOSATO/A


LAVORO: INDIPENDENTE/SALARIATO


ABITAZIONE: PROPRIA/AFFITTO


FIGLI





MOSTRA SUGGERIMENTI

Certamente, se in famiglia entrambi i coniugi svolgo delle attività lucrative, entrambi posso stipulare un terzo pilastro vincolato (3a) e così approfittare di un maggiore vantaggio fiscale. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

Non essendo asoggettati alla LPP, in caso di invalidità, gli indipendenti hanno diritto solo alle prestazioni del primo pilastro. Motivo per il quale, stipulare un terzo pilastro per coprire il rischio di invalidità, potrebbe essere la scelta giusta. Naturalmente, prima di stipulare un terzo pilastro sarebbe opportuno effettuare un’analisi previdenziale. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

Per legge, i lavoratori indipendenti non sono obbligati ad aderire al secondo pilastro ma, a dipendenza dell’attività professionale e della propria situazione famigliare, è possibile che la LPP offra ottimi vantaggi a livello fiscale e di coperture. Un’ analisi previdenziale risponderà a tutte le vostre domande. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

Le differenze in un colpo d’occhio Ecco di seguito una tabella che riporta i tre tipi di terzo pilastro (3B Assicurativo, 3A Bancario e 3A Assicurativo) le opzioni di riferimento e le relative possibilità tra banca e assicurazione. Il pilastro 3B (libero), è destinato a tutti, lavoratori e non, inoltre non presenta restrizioni riguardo il premio da versare. Il pilastro 3a (vincolato) è destinato alle persone che esercitano un’attività lucrativa, sia dipendenti che indipendenti. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

Esistono molteplici soluzioni per coprire il decesso e, a dipendenza del tipo d’ipoteca e ammortamento, possiamo scegliere una polizza a capitale costante, oppure a capitale decrescente. Ad esempio, se effettuate regolarmente degli ammortamenti, la cosa più sensata sarebbe di avere una polizza dove il capitale di decesso scenda a pari passo del vostro debito. Durante un colloquio di consulenza potrete trovare risposta a questo e altri argomenti. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

Il decesso è un argomento delicato, ma che va affrontato il prima possibile. Nel caso del decesso di uno dei genitori (oppure di entrambi), i nostri figli percepirebbero le prestazioni per orfani del 1mo e del 2do pilastro, fino al 18mo anno di età (o 25mo se studiano). Ma queste prestazioni, spesso e volentieri non sono sufficienti e lasciano i nostri figli in difficoltà economiche. Con un'analisi previdenziale potete prevedere i possibili scenari e adottare le misure necessarie per offrire ai vostri figli un futuro sereno. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

Un’invalidità da malattia può avere degli effetti negativi sulle finanze famigliari in quanto, generalmente, con le coperture previste dalla legge non siamo sufficientemente assicurati. Il terzo pilastro permette di colmare questa lacuna, dandoci la tranquillità di superare dei momenti di difficoltà. Tramite la nostra analisi previdenziale, sarete in grado di decidere se includere o meno, nel vostro terzo pilastro, delle coperture in caso d’invalidità. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

In caso di fallimento, le vostre assicurazioni non vengono pignorate e non confluiscono nella massa fallimentare. Una condizione importante è che i beneficiari di questi contratti siano il coniuge e i figli. In questo modo i vostri famigliari sono protetti al 100%. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

La lacuna previdenziale è la differenza tra il fabbisogno dichiarato, cioè la percentuale di reddito che hai bisogno per vivere, e le coperture su cui si può contare. Per un calcolo preciso è indispensabile effettuare un’analisi previdenziale.

Non possiamo sapere cosa faranno da grandi i nostri figli, ma qualunque sia il loro sogno, noi genitori possiamo sostenerli con un capitale iniziale. Utilizzando una polizza per risparmiare ogni mese una parte degli assegni famigliari, andremo a formare un capitale che potrà essere utilizzato, ad esempio, per gli studi all'estero, oppure per iniziare un'attività in proprio. L'importante è pensarci per tempo. Per ulteriori informazioni, non esitate a contattarci cliccando qui. Per un calcolo preciso è indispensabile effettuare un’analisi previdenziale.

Dare ai nostri figli la possibilità di studiare in una università prestigiosa, magari anche all'estero, è il miglior contributo che possiamo dare al loro futuro. Pensarci per tempo conviene. Risparmiando piccole somme ogni anno, riuscirete ad accumulare, senza sforzo, i soldi necessari alla sua formazione. Per ulteriori informazioni, non esitate a contattarci cliccando qui. Per un calcolo preciso è indispensabile effettuare un’analisi previdenziale.

Se non ci ha già pensato la banca al momento di concedere l’ipoteca, è giusto che ci pensiate voi. In effetti, una delle problematiche ricorrenti in caso di decesso è il fatto che la famiglia si ritrova con un debito importante, senza più disporre della fonte di reddito. Pensarci per tempo è importante! Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

L’ ammortamento indiretto tramite il terzo pilastro ci offre un duplice vantaggio. Primo: ci permette di accumulare il capitale che servirà per saldare l’ipoteca quando andrete in pensione, deducendo ogni anno dalle imposte l’importo versato. Secondo: mantenendo invariato il debito fino alla pensione (o alla scadenza dell’ipoteca), avrete un maggior onere da interessi, che potete dedurre fiscalmente. Nel complesso, questo sistema è, generalmente, più vantaggioso di un ammortamento diretto. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

Sono molti i fattori da tenere in considerazione quando si parla di decesso. Quando viene a mancare la fonte di reddito, la famiglia deve adattarsi a un nuovo stile di vita, ridimensionare le spese, valutare se l’attuale ipoteca è ancora sostenibile, oppure se possiamo ancora finanziare gli studi dei propri figli. Con un’analisi previdenziale possiamo rispondere a tutte queste domande e trovare velocemente le soluzioni. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

Il coniuge che sta a casa, è il vero motore della famiglia e svolge un ruolo importantissimo al suo interno. Pensate solo per un momento di dover assumere una persona a tempo pieno che lavi, stiri, cucini, tenga in ordine la casa, porti i figli a scuola e alle loro attività extra scolastiche e molto altro ancora. Ecco perchè diventa molto importante coprire in caso di invalidità e decesso il coniuge che non svolge un’attività lucrativa. Con un premio molto ridotto potete dare tranquillità alla vostra famiglia in un momento molto difficile. Pensateci. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

La clausola beneficiaria è uno dei punti più importanti da discutere quando si pensa a stipulare una polizza sulla vita. A seconda delle proprie necessità e obiettivi, si andrà a scegliere il tipo di terzo pilastro che meglio si adatta. Ad esempio, il terzo pilastro vincolato (3a) non permette grandi modifiche alla clausola beneficiaria in quanto è già previsto nella legge un ordine preciso di beneficiari. Se invece stipuliamo un terzo pilastro libero (3b), potremo disporre l’ordine dei beneficiari a nostro piacimento. Durante un colloquio di consulenza andremo ad approfondire questo importante aspetto. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

La legge prevede che, entro un anno da quando si diventata indipendente, si può ritirare il capitale accumulato nella cassa pensione. A fare stato è l’ iscrizione quale indipendente all’ufficio AVS. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

Certamente sì, quasi tutte le polizze sulla vita, come il terzo pilastro, possono essere messe a pegno e servono anche come strumento di credito. In particolar modo, il terzo pilastro viene usato per l’ammortamento indiretto. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

Il sistema previdenziale svizzero è stato concepito in modo che la maggior parte dei lavoratori arrivino a percepire il 60% dell’ ultimo salario. Ma si tratta di valori empirici. Per un calcolo preciso è indispensabile realizzare un’analisi previdenziale. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

La risposta è sì. Il terzo pilastro si può usare per pagare la ristrutturazione della casa primaria. Attenzione però, perche potete usare il capitale solo per certi tipi di lavori. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

Una particolarità delle assicurazioni. Vantaggi successori: in caso di morte, i beneficiari del vostro terzo pilastro riceveranno immediatamente il capitale stipulato, senza aspettare la suddivisione dell’eredità. Inoltre, se i beneficiari sono gli eredi legittimi, avranno diritto alla prestazione anche se rinunciano all’eredità. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

Non basta semplicemente essere sposati per percepire una rendita vedovile. Nel primo pilastro (AVS/AI) le condizioni sono 1) Avere uno o più figli, oppure 2) Aver 45 anni compiuti ed essere stati sposati per almeno 5 anni. Per il secondo pilastro (LPP) valgono le medesime regole. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui

Non lavorando, i bambini e gli studenti non godono delle coperture del secondo pilastro. Motivo per il quale, in caso di invalidità, sono considerati “invalidi precoci” e avranno una prestazione solo dal 1mo pilastro, pari al 133% della rendita minima completa, che oggi equivale a CHF 1562/mese. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci cliccando qui




ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Riceverai le nostre ultime notizie e numerosi consigli utili